Iridologia

Iridologia

La parola iridologia è composta da irido e logia, ossia: studio e trattazione dei significati dell’iride. Varie sono state nel tempo le definizioni che hanno cercato di spiegare in maniera completa questa arte-scienza. Tra tutte quella di Luigi Costacurta, pioniere degli studi iridologici in Italia:“Nell’iride si nota lo stato di salute del nostro corpo; ci dice il grado di salute fisico-organica; ci denuncia anzitempo l’evolversi di una manifestazione patologica, una possibile recettibilità del male; ci conferma l’origine d’esso e se è di indole ereditaria oppure se è stato acquisito nel corso dell’esistenza”.

L’iridologia può aiutarci ad essere un pò più consapevoli di noi stessi, dei nostri pregi e punti deboli, della nostra vitalità, del nostro grado di intossicazione ed aiutarci ad individuare quelle patologie croniche che potremo poi cominciare a trattare attraverso strategie naturali diverse, ma assolutamente complementari e armonizzabili tra loro, come: una alimentazione adeguata, la fitoterapia, la gemmoterapia, l’idrotermofangoterapia. Luigi Costacurta ha avuto l’indubbio merito di approfondire l’influenza su diverse patologie, del collegamento tra delle scorrette e quotidiane abitudini alimentari e uno stato prolungato di intossicazione. Patologie che, a loro volta, trovano il loro riflesso attraverso i segni presenti a livello irideo.

La cosiddetta conosciutissima dottrina dell’equilibrio termico è alla base dello stato di benessere generale in quanto lo stato di salute o la normalità funzionale si raggiunge attraverso l’equilibrio termico del corpo usufruendo a questo scopo di aria, acqua, sole e terra e soprattutto di una alimentazione che punti su frutta e verdura. Tale dottrina viene espressa a sua volta in maniera chiara dal concetto di febbre gastrointestinale, stato rispecchiato nell’iride in maniera chiara e inequivocabile.

Iridologia tra riequilibrio e mantenimento

Gli occhi comunicano un linguaggio particolare e l’iridologo interpreta i colori dell’iride ed i suoi segni per avere indicazioni dello stato energetico complessivo della persona. L’iridologia è scienza ed arte al tempo stesso che, attraverso segni grafici e cromatici osservabili a livello dell’iride ed unici per ogni essere umano, valuta: il cosiddetto “terreno costituzionale” della persona in modo da indirizzarla verso il proprio personale riequilibrio bioenergetico, la tossicità dell’organismo, i diversi stadi di sviluppo dell’infiammazione dei tessuti, le condizioni di forza/debolezza costituzionale ed energetica di organi ed apparati.

Non è un metodo per indicare malattie specifiche. L’indagine iridologica non è sostitutiva dell’accertamento di laboratorio o della visita medica. Con l’iridologia non si formulano diagnosi.

La lettura iridologica offre la possibilità di valutare lo stato di salute in senso lato, ossia dal punto di vista non solo del corpo, ma anche della mente e dello spirito e ciò osservando e considerando: il grado di forza vitale di un individuo, la sua maggiore inclinazione a fenomeni acuti o cronici, il tenore dell’attività metabolica dei tessuti e le particolari inclinazioni ai sovraccarichi tossici di quel particolare organismo.

È di tutta evidenza come le pratiche igienistiche naturali dirette al riequilibrio e conseguenti a tale particolare ed individualizzato approccio diagnostico, possano essere personalizzate e adeguate al massimo allo stato psico-fisico della persona.

Vantaggi per il ben-essere

L’Iridologia è una disciplina importante come momento preventivo-diagnostico che dovrà poi essere seguito da attività e trattamenti improntati alla normalizzazione dell’equilibrio bioenergetico ed organico laddove si fosse verificato un disturbo o, ancora meglio, si dirige verso la promozione di una azione tempestiva affinchè tali sbilanciamenti non si verifichino.

Attraverso l’analisi iridologica è possibile indicare in primo luogo alla persona:

  • Forza o debolezza costituzionale;
  • Tossicità dell’organismo ed i diversi stadi di sviluppo dell’infiammazione dei tessuti;
  • Le condizioni di forza e debolezza costituzionale ed energetica di organi ed apparati;
  • Capacità digestive e ipo-attività/iper-attività dell’intestino.

A seguito di tali valutazioni verrà indicato alla persona come è possibile normalizzare l’equilibrio bioenergetico attraverso metodiche naturali che agiscono sulle caratteristiche costituzionali individuali (es: alimentazione, respirazione, movimento, acqua, aria, sole, fitoterapia, trattamenti specifici…) al fine di stimolare la vitalità dell’organismo e quindi risvegliare le forze di auto guarigione insite in ognuno di noi.

Negli ultimi anni si sta assistendo in ambito iridologico ad una fiorire di ricerche dirette a svelare, tra patografie e patocromie, particolari caratteristiche emotive e/o caratteriali dell’individuo in vista di una sempre maggiore comprensione di sé stessi e degli altri. Non si tratta di approcci del tutto nuovi, se si pensa alla figura della monaca benedettina Ildegarda di Bingen, grande mistica e studiosa di scienze naturali e medicina vissuta nel 1100, secondo la quale: “gli occhi possono soffrire per il falso amore del mondo e condurre ad una falsa concezione della vita che porta ad inebriarsi del mondo e ad idolatrarlo. Attraverso gli occhi scorre la vita ed essi riflettono i sentimenti e le passioni dell’anima”.

Non basta dire: l’occhio rispecchia l’anima, poiché nell’iride dell’occhio si vede ben altro. Si nota lo stato di salute del nostro corpo… ogni alterazione cromatica del colore di base, ogni alterazione a tutte le reazioni organiche, siano esse attive o passive, dovute a traumi emozionali, psichici, meccanici e funzionali …qualsiasi stato di alterazione della funzionalità del nostro organismo viene denunciata dall’iride degli occhi
LUIGI • COSTACURTA

ASSOCIATI

Diventa anche tu socio di A.Na.Ir., scopri come.

ASSOCIATI